Rollstar e Jorgos ad ‘Amici’. Intervista al Direttore della Fotografia Marco Vignanelli.

Intervista al Direttore della Fotografia Marco Vignanelli.

Ciao Marco. Come si dice, la tua fama ti ha preceduto: Direttore della Fotografia per l’ottavo anno consecutivo di ‘Amici’, il talent show più famoso della televisione, la corazzata di Canale 5. Un uso delle luci, il tuo, che ha reso anno dopo anno il serale di ‘Amici’ non più una semplice appendice del pomeridiano ma un vero show di prime time, con caratteristiche totalmente diverse.
Grazie anche ad un setup di proiettori ed effetti adeguato all’importanza dello spettacolo: teste mobili beam, teste mobili spot, profiler, LED wall, barre LED, accecatori…
E in questa stagione 2022/23 una new entry, anzi due: il Rollstar e i Jorgos.
Vuoi parlarci della tua esperienza con questa macchine, perchè le hai scelte, e come le hai utilizzate nel tuo light plot?

“Io sono per l’avanguardia, per me è sempre bello sperimentare.
Perciò cerco sempre di diversificare l’impianto per soddisfare le varie esigenze e accompagnare ogni performance, in linea con il concept di quel brano: da quelli più dinamici a quelli più soft, più intimisti, dove posso, ad esempio, marcare il brano con degli effetti a ritmo della musica. Comunque cerco sempre di dare un valore aggiunto al pezzo che in quel momento viene presentato. Scegliendo il colore, lavorando sulla grafica, che è legata anche a un pavimento LED che fino a tre anni fa non c’era: nelle precedenti stagioni avevamo optato per delle videoproiezioni, che davano un aspetto molto più teatrale allo spettacolo. Mentre negli ultimi anni Amici è diventato uno show molto più televisivo.

I Jorgos li avevo provati un pò di tempo fa;  conoscevo il Rollstar, invece, perchè l’avevo già visto all’Eurovision Song Contest; ho preso la palla al balzo per poterlo inserire in un progetto televisivo; l’ho presentato al Direttore Artistico, che ne è rimasto incuriosito, e gliel’ho proposto. In realtà all’inizio gliene avevo proposto due, ma alla fine – essendo un concetto totalmente nuovo e da testare nel format di Amici – ne è stato installato uno, che per me è comunque una bella soddisfazione.
Sai, il Rollstar lo vedi spesso nei grandi live, o in eventi come appunto l’Eurovision Song Contest; ma non è facile contestualizzare una macchina del genere all’interno di un programma televisivo. Quello che ho cercato di fare è stato inserire questa innovazione che mi piaceva – e ho insistito molto per metterla – in un vero show di prima serata, e sono davvero contento di averlo proposto per la prima volta in televisione. Spero di poterlo riutilizzare presto, magari con più pezzi, più dinamiche, con più possibilità strutturali; ma anche da solo faceva sicuramente il suo effetto, valorizzato anche dalle macro dei Jorgos, riempiendo lo spazio in maniera importante.
L'abbiamo utilizzato nelle occasioni in cui volevo dare un pò più di forza all’immagine, farla più ricca, renderla più incisiva. Tenendo le grafiche un pò più scure, lo evidenziavamo molto bene, focalizzando maggiormente l’attenzione sul Rollstar; l’abbiamo visualizzato nei totali, nell’insieme, e ogni volta dava un punto di luce importante a quel momento.

Ho movimentato il Rollstar con 4 motori, che lo tiravano su e giù e gli davano l’inclinazione necessaria; i 4 motori erano fissi, perchè il Rollstar era incastonato nello spazio tra i due LED wall. I LED wall spesso nascono per esigenze di gestione della scena, delle scenografie, dei ballerini; ad esempio, poteva succedere di dover tenere chiuso il LED 2 perchè si stava preparando qualcosa dietro.
Perciò l'abbiamo inserito tra i due LED wall, perchè ci potesse aiutare in quello spazio specifico; così potevamo abbassarlo senza problemi anche con il LED wall 2 chiuso.

Il Rollstar ha sempre funzionato bene, sia meccanicamente che elettronicamente; la rotazione infinita è un concetto molto interessante, che ti dà tante possibilità; la trasmissione DMX è stata perfetta per una gestione senza problemi dei Jorgos e di tutti i proiettori installati.”

Show: ‘Amici’ 2023 Il serale
Service: Madema
Direttore della Fotografia: Marco Vignanelli

Hanno completato ed arricchito l’installazione due Carpet Crawler della Smoke Factory fornite da JoyProject di Torino.

Per informazioni: www.rollstar.it

info@zalight.it

tel. +39 0376 1331094
fax +39 0376 1331094
e-mail: info@zalight.it

Sede operativa:
Via dell’Artigianato, 20
46024 Moglia (MN)

Non perderti tutte le
novità di ZAlight
iscriviti alla newsletter

© Zalight Srl - Via Giuseppe di Vittorio, 7 46020 Schivenoglia (MN) - P.I. 02402680207 - Privacy Policy - Sitemap - Credits

Close popup